Location


Hotel vicino al mare sulla Riviera Ligure.
Circondato dal verde dei giardini di Finale Ligure l'Hotel Villa Italia ospita i Clienti in un ambiente accogliente e luminoso. L'antico edificio, elegante ed imponente, offre quiete e relax a pochi passi dal mare.

Map


Villa Italia
Via Torino, 111 17024 Finale Ligure (SV)

To See & To Do

  RICHIEDI INFORMAZIONI - 24 Ore di Finale Ligure
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Acquario di Genova
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Arco di Margherita di Spagna - Finale Ligure
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Castel San Giovanni - Finalborgo
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Il Castelletto di Finale Ligure
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Grotte di Borgio Verezzi
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Lungomare Migliorini - Finale Ligure
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Museo Archeologico del Finale
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Museo dell'Orologio da Torre “GB Bergallo”
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Grotte di Toirano
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Visite guidate al Castel Govone di Finalborgo
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Museo dell'Olio Sommariva - Albenga



To Visit


Arco di Margherita di Spagna

L'Arco Trionfale eretto nel 1666 (disegno dell'architetto Sebastiano Bocciardo) sulla Piazza Vittorio Emanuele II, ricorda il passaggio dell'Infanta Margherita Teresa, figlia diciassettenne di Filippo IV di Spagna e sorella di Carlo II, per recarsi a Vienna promessa sposa dell'imperatore Leopoldo I d'Austria. L'arco fu ordinato dal maestro di campo D. Diego Alverado, Cavaliere dell'ordine di Calatrava e Governatore del Marchesato di Finale, sotto Re Carlo II di Spagna.

Museo Archeologico del Finale

Museo Archeologico del Finale. Il Museo Archeologico del Finale, recentemente riallestito nel Complesso Monumentale di Santa Caterina in Finalborgo, è gestito dal 1931 dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri. Il percorso espositivo si sviluppa attraverso reperti archeologici, ricostruzioni, diorami e ambientazioni scenografiche e permette di riscoprire le caratteristiche del Finalese dalla Preistoria fino a oggi.
I laboratori didattici di Archeologia Sperimentale sono a disposizione per le scuole e il pubblico dei bambini.
Oltre a svolgere un’intensa attività di ricerca, il Museo ha ideato, con la Soprintendenza Archeologia della Liguria, l’iniziativa “Archeotrekking Finale”, una serie di itinerari e visite guidate a siti archeologici, solitamente non accessibili al pubblico.

Grotte di Toirano

Le grotte di Toirano, in provincia di Savona, sono un complesso di cavità carsiche di grande rilevanza, sia per la varietà di forme di stalattiti e stalagmiti che per la loro estensione. Nelle grotte si possono trovare impronte di uomini preistorici e di ossa di orsi che vi si rifugiarono per sfuggire all'ultima glaciazione, risalente a 30.000 anni fa oltre a tracce dell' "Homo Sapiens Sapiens" di oltre 12.000 anni fa.
Il complesso è costituito dalla Grotta della Bàsura ("strega" in dialetto), scoperta nel 1950 da un gruppo di toiranesi, e dalla Grotta di Santa Lucia Inferiore, scoperta nel 1961. Fu aperto al pubblico nel 1953 e ampliato nel 1967 con l'inaugurazione di un tunnel artificiale di collegamento tra le due cavità naturali: il percorso turistico è oggi a senso unico, con ingresso sul versante nord della collina e uscita a sud-ovest.

Il Museo dell'Olio Sommariva

Nel Museo Sommariva si trova tutta la storia della Civiltà dell'Olio, ma espone anche arte contemporanea, dalla pittura, passando per la scultura arrivando alla fotografia; si trova ad Albenga ed è stato fortemente voluto dalla famiglia Sommariva, che da sempre offre agli artisti la possibilità di esporre le proprie opere. In questi spazi si può vedere e toccare tutta la storia di uno dei mestieri più antichi e importanti della Liguria.
Dopo i lavori di ampliamento iniziati nel 2008 e finiti nel 2010 il Museo Sommariva “Civiltà dell'Olio” è passato da 200 a 400 mq ed è collegato al Frantoio tramite un tunnel sotterraneo, creando cosi un unico spazio interamente dedicato al mondo dell'olio e alla sua produzione. Al Museo si svolgono inoltre manifestazioni locali, progetti culturali, conferenze, presentazioni, mostre e grandi scrittori portano qui i propri capolavori.
Le sale del museo hanno ospitato personaggi del calibro di Vittorio Sgarbi, Antonio Ricci, Moni Ovadia, Federico Moccia, Carlo Denei.
TOP